I Principi e i 5 Modelli dell'Osteopatia

 

L'Osteopata sfrutta le proprie conoscenze del rapporto tra la struttura e la funzione per ottimizzare le capacità diauto-regolazione e di auto-guarigione del corpo. L'approccio olistico mirato al paziente si basa su alcuni principi cardine di cui ancora l’osteopatia si avvale: 

 

 

 

  • L'essere umano è un'unità dinamica di funzioni

  • Il corpo possiede dei meccanismi di autoregolazione e autoguarigione

  • La struttura e la funzione sono reciprocamente inter-correlate

  • La terapia razionale si fonda sull'applicazione di tutti e tre i principi

 

 

 

  • Unità del corpo: l’individuo è visto nella sua globalità come un sistema composto da muscoli, strutture scheletriche ed organi interni che trovano il loro collegamento nei centri nervosi della colonna vertebrale. Ogni parte costituente la persona (psiche inclusa) è dipendente dalle altre e il corretto funzionamento di ognuna assicura quello dell’intera struttura: dunque, il benessere.

  • Relazione tra struttura e funzione: il Dr. Still concluse che l’Osteopatia poteva riassumersi in un’unica frase “la struttura governa la funzione”. La perfezione di ogni funzione è legata alla perfezione della struttura portante, se tale equilibrio è alterato ci si trova di fronte a una disfunzione osteopatica, caratterizzata da una zona corporea in cui è andata persa la corretta mobilità. L’organismo reagirà a tale disequilibrio creando delle zone di compenso e di adattamenti corporei non favorevoli al benessere generale dell’organismo.

  • Autoguarigione: in Osteopatia non è il terapeuta che guarisce, ma il suo ruolo è quello di eliminare gli “ostacoli” alle vie di comunicazione del corpo al fine di permettere all’organismo, sfruttando i propri fenomeni di autoregolazione, di raggiungere la guarigione. L’Osteopatia mira a ristabilire l’armonia della struttura scheletrica di sostegno al fine di permettere all’organismo di poter trovare un proprio equilibrio ed un proprio benessere.

I 5 Modelli

 

Modello biomeccanico

Il modello biomeccanico considera l’organismo come l’integrazione di componenti somatiche correlate che partecipano al mantenimento della postura fisiologica e dell’equilibrio. Questo modello applica approcci terapeutici, comprese le tecniche manipolative osteopatiche, che consentono di ripristinare postura ed equilibrio e di usare in modo efficiente le componenti

muscolo-scheletriche.

Razionale di trattamento:

Alleviare le disfunzioni somatiche utilizzando la valutazione palpatoria osteopatica e l’OMT per ripristinare il normale movimento e funzione in tutto il corpo.

 

Modello respiratorio/circolatorio

Il modello respiratorio/circolatorio considera i meccanismi biologici che permettono il mantenimento di uno stato di equilibrio dei tessuti attraverso la fornitura senza ostacoli di ossigeno e sostanze nutritive e la rimozione di prodotti di scarto cellulari. Questo modello applica approcci terapeutici comprese le tecniche manipolative osteopatiche, per affrontare disfunzioni

a livello di meccanica respiratoria, di circolazione e di flusso dei liquidi corporei.

Razionale di trattamento:

Rimuovere gli impedimenti meccanici alla circolazione e alla respirazione e alleviare congestione ed edema mediante il miglioramento del drenaggio linfatico e venoso.

 

Modello neurologico

Il modello neurologico considera l’influenza dei meccanismi neurologici sulla funzione propriocettiva (legata all’equilibrio), sul sistema neurovegetativo e attività dei nocicettori (fibre dolorifiche), sulla funzionalità del sistema immunitario

neuroendocrino. Di particolare importanza risulta essere la relazione tra sistemi muscolo-scheletrico e viscerale. Questo modello applica approcci terapeutici, comprese le tecniche manipolative osteopatiche, per ridurre le sollecitazioni meccaniche,

equilibrare gli input neurali e ridurre o eliminare gli impulsi nocicettivi.

Razionale di trattamento:

Ripristinare la normale sensibilità e i normali processi e controlli neurologici;sollievo dal dolore.

 

 

Modello energetico/metabolico

Il modello energetico/metabolico riconosce che l’organismo cerca di mantenere un equilibrio tra produzione, distribuzione e dispendio di energia. Mantenere tale equilibrio aiuta il corpo ad adattarsi meglio a vari fattori stressogeni. Questo

modello applica approcci terapeutici, comprese le tecniche manipolative osteopatiche, per affrontare fattori potenzialmente in grado di deregolamentare la produzione, la distribuzione o il dispendio di energia.

Razionale di trattamento:

Ripristinare l’efficacia dei processi metabolici, alleviare infiammazione e infezione,

ripristinare le funzioni di riparazione e guarigione e il controllo endocrino

 

Modello comportamentale

Il modello comportamentale riconosce le varie reazioni e i vari stress psicologici che possono influenzare la salute e il benessere dei pazienti. Essi comprendono fattori ambientali, socioeconomici, culturali, fisiologici e psicologici che a loro

volta influenzano la malattia. Questo modello applica approcci terapeutici, comprese le tecniche manipolative osteopatiche, per affrontare gli effetti e le reazioni derivanti da vari stress inerenti la sfera bio-psico-sociale.

Razionale di trattamento:

Valutare e trattare l’intera persona nei suoi aspetti fisici, psicologici, sociali, culturali, comportamentali e spirituali; aumentare le relazioni collaborative; cura personalizzata del paziente e responsabilizzazione delle scelte di vita.

Studio O Gallery
Per Appuntamenti

Via Amedeo d'Aosta 8

Milano, cap 20129

info@studio-o.org

Nicolò: +39 380.4531535

Annalì: +39 347.5072649

  • Wix Facebook page
  • Twitter Classic
  • Google+ App Icon
Dove è lo Studio O

© 2023 by Studio O. foto by www.StefaniaSpadoni.com